Accertamento di paternità in gravidanza

   

Il test di paternità può essere effettuato anche prima della nascita del bambino utilizzando cellule fetali ottenute con villocentesi oppure amniocentesi.

Le metodiche oggi proposte sono le seguenti:

  • La villocentesi si effettua normalmente attorno alla 11-12 settimana di gestazione e comporta un prelievo di cellule della placenta per il feto e di un campione biologico di diversa natura (saliva, sangue, ecc) della madre e del presunto padre. Il test ha valore legale.
  • L’amniocentesi può essere eseguita dalla 16° settimana di gestazione e comporta un prelievo di liquido amniotico, per quanto rigurada il profilo del feto, ed un prelievo al presunto padre, anche attraverso un tampone salivare.
  • Esiste anche la possibilità, peraltro eseguibile anche nel nostro laboratorio, di conoscere la paternità mediante un prelievo su sangue materno. Tale esame benchè oggi è talvolta enfatizzato non fornisce però le certezze necessarie per dirimere un dubbio così delicato. Ad ogni modo il contatto telefonico diretto con i nostri genetisti potrà fornire maggiori chiarimenti e scegliere il metodo migliore caso per caso.